Sospensione Assicurazione auto – come fare e quando conviene

La sospensione assicurazione auto è utile nel caso in cui non si utilizzi la propria auto per lunghi periodi. Non tutti gli automobilisti guidano la propria auto con la stessa frequenza per tutti i mesi dell’anno e se per un periodo prolungato di tempo non sarà utilizzata l’automobile, si può sospendere l’assicurazione.

La RCA è comunque sempre obbligatoria, ma viene data la possibilità di sospendere la polizza relativa all’assicurazione di responsabilità civile per un periodo minimo di tre mesi e massimo di un anno.
Ciò permette di risparmiare sul premio assicurativo: il premio dell’assicurazione RC auto già pagato viene quindi sospeso e ricomincia a decorrere solo quando la polizza viene riattivata.

Sospensione assicurazione auto: non si può circolare

Nel periodo di sospensione il veicolo non può circolare su strada né sostare in parcheggio in aree pubbliche e non può essere richiesta per veicoli in leasing o acquistati con finanziamento.
Per ottenere la sospensione assicurazione auto occorre mandare la richiesta alla propria compagnia assicurativa mediante fax o raccomandata con ricevuta di ritorno indicando le proprie generalità, il numero della polizza, il periodo per cui si richiede la sospensione, e specificando che si è consapevoli che il veicolo non può circolare nel periodo di sospensione della polizza assicurativa.
Sospensione AssicurazioneLa sospensione della polizza assicurativa decorre dalla consegna di persona del tagliando dell’assicurazione da parte della compagnia assicurativa. Alcune compagnie assicurative per concedere la sospensione richiedono che la polizza abbia una validità residua di soli 3 mesi.
E’ possibile comunque fare un confronto assicurazioni auto per valutare bene cosa richiedono le varie compagnie di assicurazione nel momento in cui si voglia attivare la sospensione.
A differenza dell’annullamento dell’assicurazione, la sospensione assicurazione consente di conservare tutte le condizioni della polizza riconosciute all’assicurato come gli sconti, la classe bonus/malus e altri servizi associati alla polizza che con l’annullamento della stessa vanno persi.