Classe di merito assicurazione – cos’è e come mantenerla

La classe di merito assicurazione rappresenta un punteggio dato all’automobilista che serve per individuare il premio assicurativo da pagare secondo il meccanismo bonus malus.

Le classi di merito non sono identiche tra le diverse assicurazioni, ma ciascuna compagnia ha un certo margine nel definire e gestire delle proprie classi interne.
Per poter permettere agli assicurati di poter passare da una assicurazione ad un’altra è stata comunque definito un sistema (classe di conversione universale) che attaverso delle tabelle definite dall’Isvap permette di confrontare la propria classe di merito con quella generale dell’Isvap per poi permettere di tradurla nella classe di merito assicurazione di qualsiasi altra compagnia.

Nella scelta di nuova compagnia per assicurare il proprio veicolo, la classe di merito assicurazione rappresenta uno dei principali parametri.

Tabella di confronto assicurazioni utilizzando la Classe di merito assicurazione

La classe di merito assicurazione è come una “pagella” data ai guidatori: quelli più abili che hanno causato pochissimi o nessun incidente, avranno quindi una classe di merito assicurazione più bassa e pagheranno di meno per la polizza.
Un guidatore con la classe di merito bonus malus più bassa, può pagare anche la metà per la stessa polizza di assicurazione rispetto ad un altro che abbia la classe di merito base.

Valori della Classe di merito assicurazione

La classe di merito può avere un punteggio variabile da 1 a 18, in cui 1 rappresenta il miglior valore. La classe di merito base di ingresso ha come valore 14.

Classe di merito assicurazioni: funzionamento bonus malus

Classe di merito assicurazioneIl meccanismo bonus malus con cui si migliora o si peggiora la propria classe di merito è il seguente:
– per ogni incidente provocato si scende di 2 (il malus)
. per ogni anno senza incidenti si sale di 1 (il bonus)
Se la colpa neii danni che sono stati causati è del 50% non c’è malus. Questa percentuale viene però memorizzata nell’attestato di rischio: la percentuale di colpa in un eventuale futuro incidente con colpa si sommerà a quella già memorizzata. Superata la soglia del 51% dsi verrà retrocessi nella classe di merito.

In caso di incidente con colpa, se si rimborsa direttamente la somma alla persona che ha subito il danno, è possibile non scendere di classe di merito: va fatto quindi un calcolo se convenga pagare 2 anni di premio maggiorato oppure se provvedere al risarcimento del danno.

La classe di merito viene comunque conservata per 5 anni nel caso in cui si decida per la sospensione assicurazione auto.
Acquistando per se stessi o per un membro della propria famiglia un altro veicolo, per la legge Bersani viene mantenuta la classe di merito assicurazione: non si deve quindi ripartire dalla classe 14.